Prima visita in studio

Prima visita in studio

Studio Nutrizione Zanghi

La prima visita in studio, della durata di circa un’ora, consisterà nella valutazione attenta delle problematiche del paziente.

Si dividerà in sei fasi:

  1. Anamnesi familiare: La valutazione nutrizionale prevede l’anamnesi della situazione patologica familiare, con eventuali individuazioni di patologie genetiche, e  la verifica della potenziale predisposizione allo sviluppo dell’obesità e del sovrappeso del paziente.
  2. Situazione Fisiopatologica: Nel corso della visita nutrizionale è prevista  la visione delle analisi del sangue del paziente ed anche la valutazione di eventuali patologie accertate dal medico curante.

  3. Anamnesi alimentare: L’anamnesi alimentare consente al nutrizionista di prendere atto delle abitudini del paziente e di consigliare un’alimentazione  il più possibile conforme e compatibile allo stile di vita dello stesso. Si ritiene importante non sconvolgere le abitudini alimentari  ma necessario modificarle al fine del raggiungimento dei risultati prefissi, che dovranno essere positivi ed anche durevoli.

  4. Colloquio motivazionale: La consulenza motivazionale è una delle fasi più importanti poiché permette di informare il paziente sul percorso  nutrizionale da intraprendere. Il fine è quello di trasmettere sani principi di una corretta alimentazione e promuovere il desiderio del “cambiamento”, fondamentale per l’efficacia del trattamento. Il colloquio si concretizza in uno scambio di reciproche informazioni finalizzate all’individuazione del percorso “personalizzato” più efficace ed a motivare il più possibile il paziente.

  5. Valutazione stato nutrizionale Esame plicometrico e impedenziometrico: L’analisi delle abitudini alimentari del paziente e la valutazione dello stato nutrizionale dello stesso permettono al nutrizionista di identificare gli interventi terapeutici necessari che diventano anche “specifici” in presenza di pazienti con problematiche alimentari. Nel corso della prima visita viene effettuata la misurazione del peso e dell’ altezza e  calcolato l’indice di massa corporea (BMI). E’ prevista la misurazione delle circonferenze corporee -vita, braccio,  addome, gambe, ecc.- e viene effettuata la Bioimpedenziometria , analisi della composizione corporea che ne permette la valutazione in termini di acqua totale, di massa grassa e di massa magra. La visita prevede anche l’esame plicometrico – metodo clinico utilizzato per la valutazione del grasso corporeo – nonché l’utilizzo dell’Adipometro body Metrix – primo strumento di misurazione/analisi della composizione dei tessuti attraverso la tecnologia degli ultrasuoni.

  6. Attuazione programma In viaggio verso un peso ragionevole”: Il peso ragionevole è quello che può essere correttamente raggiunto e mantenuto da una persona e che permette di sentirsi bene sia fisicamente che psicologicamente. Molto spesso la pressione al dimagrimento da parte dell’ambiente che ci circonda fa pensare di dover cambiare radicalmente il proprio peso, perdendo moltissimi chili. Questo porta a diete drastiche ed a dover rinunciare anche alla socialità pur di raggiungere il peso ideale o irragionevole, con la conseguenza di numerose delusioni e fallimenti. Durante il percorso il paziente viene aiutato a raggiungere un peso ragionevole che comporterà il mantenimento dell’obiettivo nel lungo termine e determinerà anche benefici per la salute. Ottenere un corretto peso ragionevole è lo scopo del viaggio che viene attuato con i pazienti.